Fabrizio Bistocchi

Casco allacciato. Giro la chiave, il quadro prende vita, il rombo del motore… sì, sono pronto; giù la prima e via… senza meta, l’importante è andare.

Fabrizio Bistocchi, in arte “ BISTO” nasce  nell’Aprile del 1970 da Franco e Graziella, donando alla sua famiglia e a tutti noi che in seguito lo abbiamo conosciuto, una grandissima gioia,  man mano che cresceva, spuntavano le sue passioni, prima di tutto quella per le MOTO!!!!

La Passione è uno dei più antichi e nobili sentimenti, che in noi centauri è sempre lì, in prima fila, in uno spazio a lui dedicato nel nostro cuore. Come ogni sentimento, e come ogni emozione, la passione è difficile da spiegare, perché è un qualcosa che viene da dentro, e ti prende, senza sapere il perché: è viscerale, è personale, è qualcosa di diverso per ognuno di noi.

Coccolava e curava le sue moto nei minimi dettagli, negli anni aveva acquisito una competenza quasi maniacale per la messa a punto dei mezzi a due ruote, era abilissimo,  persino il più piccolo adesivo era attaccato con la massima cura.

Condivideva questa passione con un gruppo di amici, gli piaceva scherzare, ridere, parlare……. Insomma gli piaceva vivere!!!!

Negli anni il Bisto ha percorso km e km in sella alle sue moto, affinando la sua tecnica di guida, ha partecipato a  tante gare,  con passione, sudore e sacrifici, non sono mancati incidenti più o meno gravi, un po’ di delusioni ma anche qualche bella soddisfazione.

Insieme abbiamo condiviso esperienze dentro e fuori dalla pista, era emozionante sfidarlo, vederlo guidare, sempre nel rispetto della sicurezza, non lasciava nulla al caso, era un vero pilota………

In pista nessuno di noi poteva pensare di raggiungerlo, troppo veloce, troppa classe nel suo modo di guidare, ti dovevi accontentare di vedere il codino della sua moto che si allontanava,  a volte rallentava e  ci faceva delle vere e proprie lezioni di guida, facendoci vedere quale erano le giuste traiettorie da seguire, e le tecniche da utilizzare ……. Un vero MITO!!!!

Conosceva bene i suoi limiti, era il primo a dare il gas, ma era anche il primo ad arrabbiarsi, a rimproverarci se facevi un sorpasso azzardato o un’ entrata sporca, ci diceva: “ Guarda davanti, non guardà le palombe!!!!” “ Ma che fè con quei sorpassi…voi morì?” “ Tu sé na bomba a mano senza spoletta….io con te non ci esco più!!!”….sono alcune frasi ad effetto  per far capire che si voleva e ci voleva bene!!!

A volte se ne stava per conto suo ma sapeva che avrebbe sempre potuto contare sui suoi amici… quelli vecchi e quelli nuovi…..

Poi per una tragica fatalità tutto ha avuto fine in pochi attimi di un sabato pomeriggio di dicembre 2006.

Se n’è andato da questo mondo lasciandoci nella disperazione e nel dolore, ora da lassù ci guarda, magari in sella a una moto e con il suo dolce sorriso sulle labbra, é diventato il nostro Angelo, ci ha dato tanto, nel poco tempo che Dio gli ha donato su questa terra.

Nei nostri cuori il “motore “ non si è mai spento, perché il suo ricordo è vivo dentro ognuno di noi, ci spinge a stare insieme e a condividere la passione che lui con la sua semplicità e il suo entusiasmo ci ha trasmesso.

Amico motociclista, questo DOLMEN  è dedicato a chi come “IL BISTO” aveva la moto nel cuore, a chi come lui purtroppo ha pagato con la vita l’amore sfrenato per questa passione infinita.

BISTO C’E’

Motodolmen
MOTOCLUB
  • MOtoclub 14
  • Motoclub 13
  • Motoclub 12
  • Motoclub 11
  • Motoclub 10
  • Motoclub 9
  • Motoclub 8
  • motoclub 7
  • Motoclub 6
  • Motoclub 5
  • Motoclub 4
  • Motoclub 3
  • Motoclub 2
  • Motoclub 1
  • Sponsor 1
  • sponsor test
Inviaci i tuoi ricordi
Lascia il tuo ricordo che verrà condiviso sul nostro sito e sulla bacheca del Dolmen di Casacastalda